Home > Società > Startup innovativa > Kickstarter sbarca in Italia
kickstarter_benvenuto

Kickstarter, la famosa piattaforma di crowdfunding, continua la sua espansione in Europa, permettendo ai residenti in Austria, Belgio, Lussemburgo, Svizzera e Italia di lanciare e far finanziare i propri progetti.

Kickstarter_ciao italia

Ciao Italia!
È questo il messaggio della Gif animata che campeggia sul più recente articolo del blog aziendale di Kickstarter. Un saluto all’Italia e in italiano, ma anche in Francese, Tedesco e Olandese che dà il benvenuto nella comunità della nota piattaforma di crowdfunding ai residenti in Austria, Belgio, Lussemburgo, Svizzera e, appunto, Italia.

A partire da oggi artisti, inventori, designers, registi e creativi di ogni genere residenti nel nostro paese potranno usare la notissima piattaforma per lanciare la propria idea e dare forma ad essa con il contributo della corposa comunità.

Ma cos’è il crowdfunding? È una metodologia di raccolta fondi, che non prevede un investimento – ovvero il fornire una determinata quantità di denaro da parte di un soggetto per riceverne in cambio di più quando il prodotto sarà commercializzato, ma un supporto di piccola entità da parte di molti “supporter” che riceveranno in cambio del supporto un pegno di ringraziamento (un gadget o una esperienza particolare).

Che vogliate preparare un’insalata di patate o produrre un film indipendente, tutto ciò che dovete fare è registrarvi su una piattaforma come appunto Kickstarter, impostare la cifra che volete ottenere e una data entro la quale ottenerla. Una peculiarità di Kickstarter è quella che il versamento di denaro non è immediato, in quanto legato al raggiungimento della cifra prestabilita: se l’obiettivo non viene raggiunto, chi ha lanciato il progetto non riceverà nulla.

I primi ad essere entusiasti della notizia sono proprio quelli di Kickstarter. Giungere in Europa sembra quasi essere la chiusura di un cerchio.

Per loro stessa ammissione, l’intera logica del crowdfunding altro non è che l’evoluzione in senso popolare del mecenatismo, fenomeno appunto tutto europeo (e soprattutto italiano) in cui artisti di ogni tipo venivano finanziati da regnanti, nobili e facoltosi in cambio, ad esempio, del loro nome sulla pagina dei ringraziamenti, peana o panegirici di qualche tipo.

Ma nel frattempo l’Europa, culla della creatività, non si è certo fermata e si è lasciata ispirare (anche) da altre muse: design, film ma soprattutto progetti ad alto impatto innovativo. La formula rappresenta infatti la soluzione ideale per progetti in fase di startup, ideati da persone che hanno avuto una idea geniale ma non hanno i fondi per svilupparla.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
Card
Carta RDC: come funziona?
Piano FinTec crowndunding
FinTec: il piano UE per il crowdfunding
start-up innovative
Nuovo contest per le startup italiane: al via Start&Pulse
startupwired
Digital Startup Contest, c’è tempo fino al 31 dicembre per candidarsi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.