Home > Individuale > Inps commercianti e artigiani 2016: scadenze e importi

Inps commercianti e artigiani 2016: scadenze e importi

inps

Molti italiani ammettono di avere difficoltà a capire come funziona il fisco, quali sono le procedure corrette e le scadenze da rispettare. Tra INPS, contributi, commercianti, artigiani… che confusione! Quali sono gli importi INPS da versare? E, soprattutto, quali le scadenze INPS?

In questo articolo troverete tutte le informazioni utili sulle scadenze e importi INPS per commercianti e artigiani riportate in modo chiaro e facile da ricordare.

Partiamo dalle aliquote, fissate a febbraio di quest’anno.

L’istituto di Previdenza ha stabilito le aliquote fisse di quest’anno a 23,10% per gli artigiani con un reddito fisso inferiore a 15.548 Euro. Mentre per quanto riguarda i commercianti con reddito inferiore a 15.548 Euro l’aliquota è del 23,19%.

Il totale minimo da versare, chiamato anche minimale contributivo, è di 3599,03 per gli artigiani e 3613,02 per i commercianti.

Le aliquote fisse cambiano nel caso di artigiani e commercianti molto giovani; infatti per gli artigiani al di sotto dei 21 anni l’aliquota è del 20,10%, mentre nel caso dei commercianti che non hanno ancora compiuto 21 anni l’aliquota ammonterà a 20,19%.

Riduzioni, agevolazioni e incrementi aliquota fissa

L’importo delle aliquote è abbastanza alto, ma in soccorso di commercianti e artigiani ci sono le riduzioni, anche fino al 50%! Stiamo proprio parlando della riduzione per artigiani e commercianti pensionati di età superiore ai 65 anni, mentre per le prestazioni di maternità è previsto invece contributo di 0,62 Euro mensili. I coadiutori e coadiuvanti di età inferiore ai 21 anni avranno una riduzione del 9% mentre ci sarà una aliquota aggiuntiva dello 0,09% di indennizzo per la cessazione definitiva dell’attività commerciale per gli esercenti.

Quali sono le scadenze INPS?

Le quattro scadenze obbligatorie fissate dall’INPS sono:

  • Per il versamento delle quattro rate dei contributi dovute sul minimale di reddito le scadenze sono: 16 maggio, 22 agosto, 16 novembre e 16 febbraio 2017.
  • Entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche in riferimento ai contributi dovuti che sono dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale a titolo di saldo 2015, primo e secondo acconto del 2016.

Come pagare i contributi artigiani e commercianti

Commercianti e artigiani devono pagare i contributi mediante modello F24, indicando i seguenti dati:

  • Codice della sede presso la quale è aperta la posizione contributiva
  • La causale di pagamento (causale contributo)
  • Il codice INPS
  • Il periodo di riferimento
  • L’importo degli interessi o dei contributi che commercianti e artigiani versano
  • Eventualmente indicare gli importi a credito da compensare

Per maggiori informazioni sui contributi da versare o sulle scadenze contattaci via e-mail o tramite la chat presente nel nostro sito.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
modello f24
Come pagare la Tasi nel modello F24: il codice tributo 3961
pensioni 2018
Tutte le novità 2018 sulle pensioni
Partita Iva nel 2017
Quanto costa aprire Partita Iva nel 2017?
assegni familiari 2017
Assegni familiari 2017: quali sono i requisiti e gli importi?

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.