Home > Fisco > Gli occhi del fisco puntati sulla clientela

Gli occhi del fisco puntati sulla clientela

fisco clientela

I professionisti nel mirino del fisco

È proprio il caso di dire che gli occhi del Fisco sono puntati sulla clientela. Lo contempla un particolare decreto del Consiglio dei Ministri, destinato ai professionisti iscritti negli albi di commercialisti, esperti contabili e consulenti del lavoro.

Rientrano in questo ambito anche altri soggetti che svolgono, non occasionalmente, attività in materia di contabilità e tributi (associazioni di categoria, Caf e patronati).

Il fisco e gli obblighi di adeguata verifica della clientela

Tutti dovranno applicare, appunto, le norme sugli obblighi di adeguata verifica della clientela consentendo l’accesso, da parte delle autorità fiscali, alle informazioni in materia di antiriciclaggio.

Il decreto rappresenta una novità, ponendo fine a qualsiasi discussione sull’utilizzo ai fini fiscali dello speciale patrimonio informativo. Esso spiega anche come poter accedere all’acquisizione dei dati, qualora non siano già disponibili presso l’Anagrafe tributaria, da parte dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza.

L’obbligo di trasparenza del fisco

Insomma trasparenza anche negli uffici della contabilità mediante uno scambio automatico di informazioni fiscali. Il tutto, comunque, assolutamente obbligatorio.

Si attua, così, una norma che tende ad evitare che possano verificarsi fenomeni incontrollabili nel variegato mondo della finanza. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
agenzia-entrate
Volontary disclosure 2015, cosa è e come funziona

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.