Finalità del progetto

Il progetto partitiva.it nasce da esperienza maturata in ambito web con i portali www.partitaivaonline.com e
www,commercialista24ore.com, che sono due portali informativi che forniscono informazioni sul mondo delle partite iva e in genere
dell’attività professionale ed imprenditoriale, in ambito fiscale e di startup. I portali, grazie all’ausilio di dottori commercialisti esperti in
materia, sono riusciti in 18 mesi di attività, a raggiungere medie di 3.000 utenti unici giornalieri e 8.000 pageviews giornaliere, con
una media di due articoli pubblicati ogni settimana. Un risultato ed una risposta del pubblico molto convincente. Da analisi effettuate
sul gradimento dei lettori e commenti agli articoli è emerso che la strategia vincente è data sicuramente dalle modalità di scrittura. I
portali infatti espongono in maniera molto semplificata problemi di burocrazia e fisco, contribuendo quindi a migliorare una
problematica rilevante nei siti di informazione burocratica e fiscale in Italia, ovvero il loro target estremamente esperto in materia ed il
tecnicismo nella scrittura.
Visti i risultati ottenuti con dei portali sviluppati in maniera abbastanza “casalinga” e senza investimenti di rilievo, in un settore che può
essere definito di nicchia rispetto a quello dell’informazione sul web in senso lato, pensiamo che sia possibile raggiungere determinati
risultati con investimenti mirati ed informazione periodica (quotidiana) costante. Nello specifico i risultati nel breve periodo sono quelli
di moltiplicare il numero di interventi ed articoli rispetto al nostro testing, passando da 2/4 settimanali ad almeno 5/8 articoli giornalieri.
In termini di visitatori unici giornalieri pensiamo di attestarci, in una prima fase (quindi entro la fine del primo anno di attività, sui
30.000 utenti unici per giorno feriale, per ridurre ai 15.000 circa nel fine settimana (che nella fase di testing si è rivelata la parte della
settimana meno “trafficata”). Le pageviews presunte sono in linea con le proposte editoriali del settore (circa 3/4 per utente). Molto
più interessante il dato sul tempo medio su sito, che puntiamo ad aumentare inserendo articoli che spaziano in molti ambiti, oltre a
tips e curiosità che potranno stimolare il lettore (si punta ai 3.00 minuti di media per visitatore).
Parallelamente è stata sviluppata una web application che permette di avere una informazione completa ed a 360 gradi, in pochi click, sull’avvio e gestione di qualsiasi attività professionale e di impresa.
Inserendo il tipo di attività che si vuole avviare (ristorante, impresa di trasporti, medico…) la web-app fornirà:
requisiti, costi e passaggi per avviare l’attività;
scelta del modello più adatto (ditta, SAS, SRL, cooperativa…) sulla base di una analisi guidata;
stima costi per imposte e contributi, sulla base dei dati inseriti;
Inoltre l’applicativo fornirà, indicando la propria localizzazione:
analisi base dei concorrenti e del mercato su mappa (geomarketing);
informazioni provinciali, regionali, comunali (finanziamenti, opportunità varie).
Collegato all’applicativo un sistema di annunci localizzato, legato allo startup di impresa (attività commerciali in vendita, professionisti…).
Il sistema è utilizzabile in via totalmente gratuita, e si pone lo scopo di fornire una informazione a 360 gradi al cittadino, che viene attualmente fornita in maniera frammentaria, limitata alle proprie competenze e non immediata presso gli enti pubblici sopra citati.
Tale progetto nasce dalla nostra esperienza come dottori commercialisti in ambito di startup di impresa ed attività professionali.
Abbiamo sviluppato nel corso degli anni diversi portali di riferimento per dare informazioni gratuite in ambito startup di impresa, vista la penuria di informazioni e, soprattutto, la mancanza di un organismo univoco che potesse dare informazioni generali sull’avvio e gestione di una attività.
In Italia esistono diversi enti deputati allo startup di impresa o attività professionale, ed ognuno fornisce le proprie informazioni. Dalla nostra personale esperienza abbiamo potuto riscontrare che per avviare una qualsiasi attività economica, un cittadino non ha un luogo ben definito dove avere tutte le informazioni utili ed i costi totali per avvio e gestione, oltre che per imposte e contributi: molti nostri potenziali clienti lamentano pellegrinaggi presso vari enti, con il risultato di avere una serie di informazioni sconnesse, complesse e non univoche.
Da qui la nostra idea di una piattaforma che permettesse a chiunque di avere una visione di insieme sull’avvio e la gestione di una qualsiasi attività di impresa o professionale ed anche di avere una analisi di base sulla concorrenza nella zona descritta: dalla nostra esperienza abbiamo infatti verificato che manca molto spesso una vera e propria cultura di impresa, e molti soggetti avviano spesso attività commerciali/artigiane/di servizi senza aver valutato attentamente la zona che li circonda e le opportunità presenti (molti soggetti con piccolo capitale avviano attività commerciali poco redditizie giusto per “avere un lavoro”).
Inoltre la nostra esperienza ci ha insegnato che i dottori commercialisti sono spesso dei catalizzatori in ambito startup di impresa, per cui i potenziali clienti ci chiedono spesso, oltre a valutazioni economiche, dei contatti di imprese o professionisti che possono aiutarli nell’avvio della propria attività (es. locali commerciali in locazione, notai, sviluppatori web…): da qui l’idea di affiancare una piattaforma di “annunci” localizzata e legata allo startup economico ed intermediazione nella vendita di attività commerciali, od anche professionali, già avviate.
L’idea di base è quindi quella di fornire tutte le informazioni a 360° all’aspirante imprenditore o professionista, secondo le logiche del web 2.0.
Il mercato di riferimento è formato da tutti i soggetti che vogliano in qualche modo avviare una attività in proprio, sia di impresa che professionale.
L’Osservatorio partite iva ha specificato che nel 2014 le posizioni aperte sono state 574.000, considerando un aumento dovuto alla scadenza del vecchio regime contabile e stimando una apertura di posizioni annue media di 500.000, abbiamo potuto verificare statisticamente che, su 18/20 soggetti che ci contattano telematicamente per informazioni su apertura attività, almeno 1 apre la partita iva, per cui possiamo valutare il bacino di utenza in 8.000.000/10.000.000 di potenziali imprenditori o professionisti solo sul territorio italiano, o persone che richiedono solo informazioni per valutare la propria idea di business.
I professionisti del settore invece sono stimati in circa 200.000 mila, di cui 120.000 circa sono dottori commercialisti iscritti ad albo professionale, ed i rimanenti soggetti sono associazioni di categoria ed esperti nel settore della burocrazia.

I progetti portati avanti negli ultimi anni, specialmente con i portali di cui sopra ed il sito partitaiva.it, hanno avuto lo scopo di aumentare notevolmente il numero dei nostri clienti e specializzarci in un settore specifico.
Sulla base della nostra esperienza pregressa e del progetto di web application di cui sopra, abbiamo maturato nel corso degli ultimi 3 anni una specializzazione in attività innovative, e nello specifico in startup innovative, oltre che in SRL in genere.

Attualmente gestiamo infatti circa 60 startup innovative in forma di SRL (a conti fatti lo 0,5% del totale italiano delle startup innovative), oltre a 120 società a responsabilità limitata, per un totale di 180 SRL (comprese SRL semplificate). Tale numero è sicuramente molto elevato per la media della categoria relativa ai servizi contabili e fiscali (oltre che di consulenza del lavoro.
E’ nostra intenzione quindi specializzarci ancora maggiormente in questo settore, soprattutto in virtù delle recenti disposizioni di legge europea, che diventeranno obbligo nei prossimi anni, ed in particolare entro il 2021 richiederanno a tutte le nazioni europee, Italia inclusa, di avere una piattaforma online che permette la costituzione di SRL in maniera telematica, quindi senza ricorrere ad ausilio del notaio (atto pubblico).

Ciò cambierà totalmente i paradigmi relativi alla costituzione societaria, modificando un mercato che conta circa 100.000 costituzioni ogni anno (considerando una media di 500 euro di competenze per la costituzione, un mercato che vale 50 milioni di euro).
L’intenzione della società attraverso il progetto SRL online, è quello di creare una piattaforma unica specializzata in costituzione e gestione contabile/fiscale/del lavoro relativa alle SRL e startup innovative, intercettando in particolare il mercato delle società neo costituite che verranno seguite dalla costituzione alla gestione annuale.

La nostra idea, attraverso un massiccio investimento iniziale in marketing digitale per veicolare il brand, è appunto di operare da first mover per posizionarci come massimo esperto in materia sul territorio italiano.
L’aumento dei ricavi stimato attraverso gli investimenti in marketing digitale, SEO e SEM sui portali partitaiva.it (che è dedicato solo alle partite iva) ed al nuovo portale srlonline.com (oltre che all’alter ego srlfacile.it che è già di nostra proprietà, porterà nei prossimi anni nelle nostre intenzioni ad un aumento di clientela così stimato:

numero costituzioni nuove SRL in italia: 100.000 per anno
Da 2021 numero di costituzioni con SRLonline.com: 0,5% del mercato italiano, ovvero 500 nuove unità, a prezzo medio di 500 euro a società (250.000 euro di maggiori ricavi) Rispetto al tasso di costituzione, dalla nostra esperienza degli ultimi 5 anni abbiamo testato un tasso di conversione di clienti per i quali seguiamo la fase di costituzione (notarile attualmente) del 90%. Il numero stimato di clienti sarà quindi di 400, per un costo medio di gestione contabile/fiscale/lavoro che allo stato attuale si attesta in 1800 euro (oltre IVA) per anno.
L’incremento annuale stimato in termini di ricavi sarà quindi di 400*1800 (720.000 euro), incrementale per ogni anno di attività.
La stima complessiva di aumento di ricavi, che sarà parziale dal 2020 e a regime dal 2021, è quindi di 250.000 +720.000 = 970.000 euro per ogni anno di attività.
La stima è prudenziale e basata su una acquisizione dello 0,5% del mercato nazionale, non tenendo però conto delle società già costituite che sono già un target, e delle possibilità della rete che potrebbero facilmente portare tale percentuale al 2%.
La scalabilità sarà garantita dalle partnership che si stanno attuando sul territorio italiano, nelle maggiori città oltre quelle nelle quali siamo già presenti (Catania, Torino, Roma, Milano), permettendoci di avere un riferimento fisico in ogni grande città italiana che sarà il punto di riferimento per i nuovi clienti.
I servizi digitali che vogliamo acquistare saranno anche rivolti, in misura minore (stimata sui 4000 euro), alle attività di pubblicizzazione relative alla ricerca di partner dottori commercialisti che entreranno a far parte del nostro network, specializzandosi in management di SRL.
Le nostre previsioni sono sicuramente altamente prudenziali, poiché non stiamo tenendo attualmente conto del corollario di servizi che è possibile garantire ad una SRL, come la finanza agevolata, il controllo di gestione, la revisione legale e la consulenza direzionale.