Home > News > Fattura elettronica tra privati: le novità 2018

Fattura elettronica tra privati: le novità 2018

fattura elettronica

Già dal 2014 i titolari di partita IVA – aziende e professionisti – che intrattengono rapporti commerciali con la Pubblica Amministrazione hanno l’obbligo di emettere fattura elettronica, da inoltrare attraverso l’SdI (Sistema di Interscambio), gestito dall’Agenzia delle Entrate, che provvede a ricevere le fatture, a verificarne la correttezza formale e a inoltrarle al destinatario.

La fattura elettronica può essere facoltativa?

Attualmente la fatturazione elettronica è facoltativa nelle transazioni tra privati, comunemente dette B2B (Business-to-Business), ma diventerà obbligatoria anche per loro nell’immediato futuro: dal primo gennaio 2018 riguarderà solo le transazioni attinenti il commercio di benzina e gasolio e quelle riguardanti i subappalti ricevuti da aziende che hanno ottenuto incarichi da enti pubblici.

Dal 2019 sarà estesa a qualsiasi fatturazione.

Quali sono i vantaggi della fattura elettronica?

La fattura elettronica, la cui autenticità è garantita dalla firma e dalla marca temporale digitali, dovrebbe permettere una riduzione dell’evasione e una semplificazione dell’adempimento degli obblighi fiscali, oltre a vantaggi di tipo burocratico ed economico. Vediamoli insieme:

  • Evasione fiscale: sarà di fatto eliminata la possibilità di mancata registrazione di una fattura, da parte sia di chi la emette sia di chi la riceve, non sarà più possibile falsificare gli importi e tanto meno emettere fatture false.
  • Semplificazione fiscale: la standardizzazione del procedimento di fatturazione ridurrà la possibilità di errori formali, con vantaggio sia per i soggetti sia per l’Agenzia delle Entrate, la quale sulla base dei dati osservati potrà anche precompilare i più vari moduli dichiarativi.
  • Burocrazia: i vantaggi riguardano l’abolizione dello spesometro, l’obbligo di adempimento di alcune formalità (eliminazione dei modelli Intrastat, esonero dal visto di conformità, ecc.) e la diminuzione da cinque anni a quattro del periodo di accertamento.
  • Meno spese: i vantaggi economici saranno in termini di semplificazione contabile aziendale: la Commissione Europea valuta il vantaggio in 10 euro a fattura.

Come attivare la fattura elettronica

Molte aziende produttrici di software offrono in cloud soluzioni dedicate, con le quali è l’azienda produttrice del software a occuparsi di tutti i passaggi, archiviazione compresa, o soluzioni locali: il software è interamente installato nei propri computer e la fattura viene inviata direttamente all’SdI.

I costi sono relativamente contenuti, per esempio circa 45 euro l’anno per 100 fatture gestite in cloud.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
euro-718407_1920
Fattura proforma: cosa è e come si compila
fattura geometri
Scarica il modello di fattura geometri
CNS camere di commercio fattura elettronica
Come funziona la CNS per le fatture elettroniche

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.