Home > Individuale > E-commerce > Come chiedere il credito d’imposta per l’e-commerce

Come chiedere il credito d’imposta per l’e-commerce

fatture

Nuovo credito di imposta per il commercio elettronico, come chiederlo

Il Ministero delle Politiche Agricole ha specificato le modalità di presentazione delle domande per ottenere un credito d’imposta per la realizzazione di infrastrutture informatiche

Il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ha diramato la circolare prot. n. 67351, dello scorso 8 ottobre 2015, recante le modalità di presentazione delle domande per l’attribuzione del credito d’imposta per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche di cui all’articolo 4, comma 1 del decreto ministeriale 13 gennaio 2015, n. 273. Vediamone insieme i principali contenuti.

Scopo del provvedimento

Il provvedimento è finalizzato a presentare le modalità per proporre domande per l’attribuzione del credito d’imposta per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche, esclusivamente finalizzate all’avvio e allo sviluppo del commercio elettronico, di cui al decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con i Ministri dello sviluppo economico e dell’economia e delle finanze 13 gennaio 2015, n. 273.

Quali sono gli investimenti agevolabili

Le spese che vengono ritenute ammissibili sono quelle per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche esclusivamente finalizzate all’avvio o allo sviluppo del commercio elettronico e, a titolo di maggiore delucidazione, dotazioni tecnologiche, software, progettazione e implementazione, sviluppo di database e di sistemi di sicurezza.

In particolare, chiarisce la nota, sono ammissibili alle agevolazione esclusivamente le spese sostenute per nuovi investimenti, regolarmente fatturate e quietanzate, al massimo fino al loro valore di mercato, realizzate per il primo periodo di imposta, dal 14 marzo 2015, data di entrata in vigore del Decreto, al 31 dicembre 2015, per i periodi di imposta successivi, nel corso dell’intero anno precedente a quello di presentazione della domanda.

Come presentare le domande per la concessione del credito

In seguito alla realizzazione degli investimenti, è possibile proporre alla Direzione generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica – Ufficio Politiche di filiera (PQAI III), dal 20 febbraio al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di realizzazione degli investimenti, specifica istanza di concessione delle agevolazioni, allegando tutta la modulistica indicata nella circolare, ovvero modulo di domanda di attribuzione del credito di imposta, attestazione delle spese sostenute per l’attribuzione del credito di imposta, dichiarazione relativa alla fruizione di agevolazioni in regime de minimis, e dichiarazione relativa al cumulo con altri aiuti di Stato.

Come avviene l’istruttoria per la concessione

Come ricordato dall’art. 4.1 della circolare, le istanze per l’attribuzione del credito di imposta sono istruite dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che, verificate la completezza delle informazioni e la loro conformità ai requisiti di ammissibilità previsti dalla normativa, l’ammissibilità delle spese in base a quanto previsto dall’articolo 3 del Decreto, determina, nel rispetto del limite di spesa rappresentato dalle risorse disponibili per l’anno di riferimento, l’ammontare del credito d’imposta concedibile a ciascuna impresa.

Nell’ipotesi di esito positivo dell’istruttoria, il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, emana decreto di concessione indicando l’importo del credito di imposta spettante, dandone poi comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Per maggiori informazioni sull’ottenimento del benefit, potete contattare i nostri consulenti ai recapiti indicati sul sito.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
agevolazioni per le imprese sociali
Agevolazioni imprese sociali: cosa sono e come richiederle
sconto su imu e tasi
Imu e Tasi: sconto del 50% con comodato d’uso ai figli
spesometro-light
In arrivo lo spesometro light… senza “zuccheri”
University StartUp Competition 2017

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.