Home > News > Come aprire una cantina vinicola

Come aprire una cantina vinicola

elle-hughes-419077-unsplash

L’idea di aprire una cantina vinicola può rivelarsi un’idea geniale in quanto, nell’ultimo periodo, le persone hanno mostrato un crescente interesse verso il vino.
Ci sono però numerosi fattori da non sottovalutare prima di aprire un’attività di questo tipo.

È infatti necessario avere una buona conoscenza del nettare di bacco ma anche dell’economia.
I costi iniziali per l’apertura della cantina sono abbastanza elevati ma vi è la possibilità di chiedere dei prestiti.
Un’ulteriore problematica riguarda la sempre noiosa burocrazia che può però, almeno in parte, essere affidata a un commercialista.

Cosa serve per aprire una cantina vinicola?

Per aprire una cantina vinicola di successo è innanzitutto necessario avere le idee chiare riguardo la tipologia di attività che si vuole inizializzare. Se il vino che si vuole produrre avrà uno sbocco commerciale bisognerà analizzare la concorrenza e muoversi di conseguenza.
Bisogna scegliere accuratamente il terreno su cui piantare i vigneti perché per produrre una determinata tipologia di uva è necessaria una particolare categoria di terreno.
Oltre a un terreno adatto è necessario acquistare degli strumenti all’avanguardia e assumere dei tecnici specializzati. Ovviamente l’irrigazione è fondamentale, pertanto sarà necessario disporre di pozzi e di un sistema di irrigazione.
Per mantenere tutta l’attrezzatura e tutti i macchinari in buone condizioni bisogna possedere un locale dove collocare il tutto. È poi necessario disporre di un ulteriore locale per immagazzinare l’uva e di un altro spazio per disporre le botti.
Bisogna infine possedere un locale per la vendita dei prodotti.

Pratiche burocratiche

La prima cosa da fare è recarsi all’Agenzia delle Entrate e richiedere l’iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio. Successivamente è necessario effettuare l’iscrizione all’Inps per poter versare regolarmente i contributi e, nel caso si abbiano dei dipendenti, all’Inail per assicurare i lavoratori contro gli infortuni. A questo punto bisogna inviare una comunicazione al Comune che provvederà a organizzare, mediante l’Azienda Sanitaria Locale, i controlli igienici e sanitari.
Il Comune si occuperà anche di inviare i Vigili del Fuoco che verificheranno la presenza di un sistema anti-incendio adeguato.
Una volta verificata l’idoneità di tutti i locali dell’azienda verrà rilasciato un nullaosta per poter aprire la cantina vinicola.

Comments

comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.