Bonus internet 2023: arriva la proroga

Il bonus internet 2023 garantirà uno sconto per un servizio di connessione internet a imprese e Partite Iva: ecco come funziona, come richiederlo e quali sono i voucher.

revisione a cura di Giovanni EmmiDottore CommercialistaSu PartitaIva.it ci impegniamo al massimo per garantire informazioni accurate. Gli articoli vengono costantemente revisionati da professionisti del settore.
Bonus internet 2023
  • Secondo le recenti novità, il bonus internet tornerà anche il prossimo anno.
  • Il bonus internet è una agevolazione rivolta alle imprese, già presente nel 2022, e di cui il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha confermato il ritorno.
  • Il bonus consiste in uno sconto, per le imprese, sul prezzo per la connessione ad internet con banda ultra larga.

Recentemente è stata approvata dalla Commissione Europea, e dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy, la proroga del bonus internet, il sostegno dedicato a piccole e medie imprese italiane per l’acquisto di un servizio di connessione ad internet tramite banda larga.

Il sostegno viene anche garantito alle persone fisiche titolari di Partita Iva che svolgono una professione di tipo intellettuale. Lo sconto viene erogato tramite contributo sul prezzo di vendita di tali canoni. I voucher per lo sconto potranno essere emessi dagli operatori telefonici fino al 31 dicembre 2023.

Questo sostegno è accessibile tramite richiesta ad un operatore di telecomunicazioni accreditato, fino al termine dei fondi disponibili. Vediamo nel dettaglio in questo articolo chi può richiedere lo sconto, come funziona e qual è la durata.

Bonus internet 2023: di cosa si tratta

Il bonus internet 2023 è una proroga di un sostegno che è già stato erogato nel 2022, per sostenere la digitalizzazione dei sistemi delle micro, piccole e medie imprese italiane. Questo sostegno viene corrisposto tramite specifici voucher, fino all’esaurimento dei fondi messi a disposizione per l’intervento.

Al centro del bonus internet vi sono gli abbonamenti ad internet con banda ultra veloce, per cui le imprese, ma anche i titolari di Partita Iva, possono accedere ad uno sconto sul costo. Le somme messe a disposizione per l’iniziativa sono di 589 milioni di euro, e sono stanziati grazie al Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020. Per il 2023 sono disponibili ancora 430 milioni di euro di fondi.

Il bonus internet 2023 verrà erogato, come in precedenza, secondo quattro tipologie differenti di voucher, in base al pacchetto scelto, alla durata e alla velocità di connessione. Per ciò che riguarda la ripartizione dei fondi, sono modificati, in base al decreto 24 novembre 2022, in questo modo:

  • 15% dei fondi per i voucher di tipo A;
  • 20% dei fondi per i voucher di tipo B;
  • 65% dei fondi per i voucher di tipo C.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio come si differenziano questi tipi di buoni.


Quali sono i voucher del bonus internet 2023

Di seguito elenchiamo le caratteristiche dei buoni sconto che verranno erogati anche nel 2023 ad imprese e professionisti per l’acquisto di un servizio internet:

  • voucher di tipo A1: contributo di connettività di 300 euro, per un contratto di durata 18 mesi, per il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa tra 30 Mbit/s e 300 Mbit/s;
  • voucher di tipo A2: contributo di connettività di 300 euro, per un contratto di durata 18 mesi, per il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa tra 300 Mbit/s e 1 Gbit/s. Il buono può essere aumentato di 500 euro per connessioni con velocità pari ad 1 Gbit, per i costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari;
  • voucher di tipo B: contributo di connettività di 500 euro per un contratto di durata 18 mesi per il passaggio ad una connettività con velocità massima in download compresa tra 300 Mbit/s e 1 Gbit/s. Il buono può essere aumentato di 500 euro per connessioni con velocità pari ad 1 Gbit, per i costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari (con requisito di banda minima garantita di almeno 30 Mbit/s);
  • voucher di tipo C: contributo di connettività di 2.000 euro per un contratto della durata di 24 mesi per il passaggio ad una connettività con velocità massima in download superiore ad 1 Gbit/s. Il buono può aumentare di 500 euro per connessioni con velocità pari ad 1 Gbit, per i costi di allaccio alla rete sostenuti dai beneficiari (con requisito di banda minima garantita di almeno 100 Mbit/s).
Bonus connettività imprese

Chi può accedere al bonus internet 2023

Abbiamo visto che questo tipo di bonus sarà disponibile anche per il prossimo anno, fino alla fine del 2023, per le imprese e i professionisti. Vediamo nello specifico chi potrà richiederlo, secondo le comunicazioni del Ministero delle Imprese e del Made in Italy:

  • PMI, ovvero micro, piccole e medie imprese;
  • persone fisiche con partita Iva che svolgono una attività in autonomia o in forma associata, con una professione di tipo intellettuale, e iscrizione ad un apposito Albo;
  • persone fisiche con partita Iva che svolgono una attività in autonomia o in forma associata, con una professione non organizzata.

Possono quindi accedere a questo sostegno professionisti e imprese di settori anche molto diversi tra loro. Il sostegno viene garantito per favorire un risparmio a tutte le imprese e i professionisti che intendono migliorare la propria connettività, in linea con gli obiettivi di digitalizzazione aziendale.


Come chiedere il bonus internet 2023

Per poter richiedere l’accesso al bonus internet, è possibile rivolgersi ad un operatore di telecomunicazioni abilitato a tali voucher, e sul sito Infratelitalia.it è possibile leggere l’intero regolamento di questa iniziativa, e conoscere l’elenco delle professioni ammesse al beneficio, oltre all’elenco degli operatori che aderiscono alla misura.

Per accedere al sostegno è sufficiente recarsi presso un operatore di telecomunicazioni abilitato, ottenendo direttamente uno sconto su questo tipo di servizio, in base al voucher specifico.

La proroga al 2023 è stata proposta dal governo per utilizzare i fondi ancora disponibili per il bonus internet, e per garantire un miglioramento nella connettività delle imprese nel mercato attuale, che favorisce uno strumento di competitività importante a livello globale.

Bonus internet 2023 – Domande frequenti

Cos’è il bonus internet 2023?

Il bonus internet 2023 è una proroga del bonus per la connettività già presente nel 2022. Si tratta di uno sconto su un servizio di connettività internet rivolto a imprese e Partite Iva.

Chi può richiedere un bonus internet 2023?

A poter richiedere il bonus internet sono sia le imprese che i titolari di Partita Iva con iscrizione ad un Albo o in professioni non organizzate. Ecco come funziona.

Come funziona il bonus internet 2023?

Il sostegno garantisce uno sconto a imprese e Partite Iva sulla connettività internet. Ecco quali sono le caratteristiche della misura e le differenze tra i voucher disponibili.

Fact-Checked
dottore commercialista giovanni emmi
Giovanni Emmi
Dottore Commercialista
Revisione al 29 Gennaio 2023
Dottore commercialista specializzato in organizzazione e gestione dello studio professionale, consulenza direzionale e digitalizzazione dei processi. Nonostante sia un pianificatore nato, ha delle intuizioni geniali.
Autore
Classe 1992, laureata in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Torino, da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo alcune esperienze all'estero, ho deciso di approfondire tematiche inerenti la fiscalità nazionale relativa alle persone fisiche ed alle Partite Iva. La curiosità mi ha portato a collaborare con agenzie web e testate e a conoscere realtà anche diversissime tra loro, lavorando come copywriter e editor freelancer.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Il meglio delle notizie di PartitaIva, per ricevere sempre le novità e i consigli su fisco, tasse, lavoro, economia, fintech e molto altro.