Home > Finanziamenti > Bando startup Regione Sardegna: come candidarsi

Bando startup Regione Sardegna: come candidarsi

Sardegna Ricerche ha recentemente lanciato un bando con il quale intende sostenere la creazione e l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali ad alto contenuto di conoscenza che siano in grado, attraverso la proposizione di nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione innovativi, di intercettare e presidiare nuove nicchie di mercato nonché di incidere positivamente rispetto agli obiettivi strategici individuati dalla Smart Specialization Strategy della Regione Autonoma della Sardegna. Vediamo dunque, in un maggior dettaglio, di che si tratta e come potersi candidare all’ottenimento delle agevolazioni previste.

Dotazione finanziaria

Il bando stanzia 3,5 milioni di euro di risorse. La dotazione finanziaria potrebbe tuttavia essere incrementata da risorse che si renderanno eventualmente disponibili, derivanti da fondi regionali, nazionali e comunitari.

Beneficiari

Possono proporre domanda di accesso alle agevolazioni (voucher) le micro e piccole imprese regolarmente costituite come società di capitali, anche in forma cooperativa, di diritto italiano, da non più di 36 mesi al momento della presentazione della domanda che si propongono con un piano di avvio caratterizzato da significativi elementi di innovatività. Gli altri requisiti sono presenti nel bando, qui disponibile.

È inoltre necessario che le imprese interessate presentino un business plan incentrato sul completamento e/o sulle successive fasi di sviluppo del nuovo prodotto/servizio e/o processo innovativo, frutto delle conoscenze e del lavoro originale dei soggetti proponenti e/o basate sull’utilizzazione dei risultati della propria ricerca condotta presso l’ente di appartenenza, e il cui stadio di sviluppo sia conseguentemente già in una fase avanzata tale da poter essere dimostrato per una valutazione di merito (prototipo dimostrabile). Deve inoltre essere allegato un piano di utilizzo del voucher, della durata massima di 12 mesi, la cui dimensione deve essere ricompresa tra un minimo di Euro 15.000 ed un massimo di Euro 100.000 e che dovrà chiarire le basi per l’esecuzione del lavoro in tutte le fasi progettate e i costi per l’esecuzione dello stesso.

Voucher

Il piano di utilizzo del voucher, come già ricordato nel precedente paragrafo, deve avere una dimensione ricompresa tra un minimo di Euro 15.000 e un massimo di Euro 100.000; L’intensità dell’aiuto, che non potrà superare la misura massima del 90% sul totale dei costi del piano di utilizzo del voucher approvato, è determinata dalla portata innovativa dell’iniziativa e dal suo correlato grado di rischio, misurata dai criteri di valutazione previsti in bando e dalla valutazione dei criteri impatto sociale/ambientale, pari opportunità, impatto in termini di ricadute territoriali e rispondenza alle finalità e alle aree di specializzazione individuate nella Strategia regionale di Specializzazione Intelligente.

Termini di presentazione

Le domande potranno essere presentate fino al prossimo 29 dicembre 2017. Per maggiori informazioni, vi consigliamo di consultare il regolamento integrale, qui disponibile.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
start-up innovative
Nuovo contest per le startup italiane: al via Start&Pulse
startupwired
Nuovo bando Sardegna per microincentivi all’innovazione
compilazione modello unico 2017
Contributi per artigiani digitali dalla Regione Sardegna
startupwired
Digital Startup Contest, c’è tempo fino al 31 dicembre per candidarsi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.