Home > Società > Startup innovativa > Nuovo bando per PMI innovative dalla Regione Umbria

Nuovo bando per PMI innovative dalla Regione Umbria

La Regione Umbria ha emanato un bando con il quale si propone di raggiungere l’obiettivo di sostenere la creazione di start up innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e alla iniziative di spin-off della ricerca ai fini della valorizzazione economica dei risultati della ricerca e/o sullo sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi ad alto contenuto innovativo. Ma come funziona? Quali sono le agevolazioni previste? E come richiederlo?

Risorse stanziate

Per l’iniziativa sono stati stanziati 4 milioni di euro.

Soggetti beneficiari

Le PMI beneficiarie del bando devono essere costituite sotto forma di società di capitali e devono configurarsi in una delle seguenti tipologie: start-up ad alto contenuto tecnologico, spin-off aziendali o spin-off accademici ad elevate competenze scientifiche.

È inoltre necessario che le PMI posseggano congiuntamente i seguenti requisiti:

  • essere, alla data di presentazione della richiesta di agevolazione, costituite da non più di 36 mesi;
  • essere iscritte, al momento della presentazione della domanda, nel Registro delle Imprese, tenuto presso la C.C.I.A.A. territorialmente competente con Codice Ateco ricompreso tra quelli elencati all’Allegato 4;
  • essere operative e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo sottoposte a procedure concorsuali anche volontarie (quali: fallimento, concordato preventivo, liquidazione, amministrazione straordinaria) né ad amministrazione controllata con l’unica eccezione del concordato con continuità aziendale;
  • non aver presentato richiesta di concordato “in bianco” ex art. 33 Decreto Sviluppo-D.L. n.83/2012;
  • essere attive e non essere sottoposte ad accordi stragiudiziali né a piani asseverati ex art. 67 L.F., né accordi di ristrutturazione ex art. 182 bis L.F.;
  • essere in regola con la disciplina concernente la sicurezza sui luoghi di lavoro e la salvaguardia dell’ambiente;
  • non presentare le caratteristiche di “impresa in difficoltà” si sensi dell’art. 2 punto 18) del Regolamento (UE) n. 651/2014

E’ inoltre necessario che i progetti presentati dalle PMI siano in possesso dei requisiti di innovatività, validità tecnico economica del progetto, equilibrio finanziario e pertinenza del progetto con gli ambiti prioritari della strategia di specializzazione intelligente regionale, meglio specificati nel bando.

Spese ammissibili

Le spese ammissibili dovranno riferirsi agli interventi per cui si inoltra richiesta di contributo ed essere coerenti, congrue e rivolte al raggiungimento delle finalità e degli obiettivi indicati nel presente avviso. L’ammontare complessivo delle spese ammissibili non può essere inferiore ad € 30.000,00 e né superiore ad € 500.000,00.

Termini di presentazione

Le domande possono essere presentate entro e non oltre il 30 dicembre 2016.

Maggiori informazioni

In questa pagina è possibile scaricare il bando integrale e i moduli di domanda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
start-up innovative
Nuovo contest per le startup italiane: al via Start&Pulse
startupwired
Digital Startup Contest, c’è tempo fino al 31 dicembre per candidarsi
startup innovativa quali vantaggi
Startup innovativa: i vantaggi per gli imprenditori e come costituirla online
startupwired
Bando Impact Growth: 150 mila euro per le startup

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.