Home > Individuale > Autoscuole: requisiti essenziali

Autoscuole: requisiti essenziali

autoscuole

Attività principale delle autoscuole è l’insegnamento alla guida. L’articolo 335 del Regolamento del codice della strada racchiude la disciplina delle autoscuole.

autoscuola

Partendo da un inquadramento giuridico, in base all’articolo 335 del Regolamento di esecuzione e di attuazione del codice della strada, le autoscuole autorizzate si suddividono in scuole di tipo “a”, per il conseguimento della patente di guida delle categorie A1, A, B, C, D, E, delle patenti speciali delle categorie A1, A, B, C e D, ai relativi esami di revisione e al conseguimento del certificato di abilitazione professionale; e scuole di tipo “b” per patente di guida A1, A e B e delle patenti speciali corrispondenti ed ai relativi esami di revisione.
Le autoscuole, oltre all’attività di insegnamento alla guida, svolgono le pratiche necessarie per il conseguimento dell’idoneità alla guida e per il rilascio delle patenti.
Coloro che intendono esercitare l’attività di autoscuola devono presentare segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) alla struttura competente in materia di trasporti, allegando determinati documenti specifici richiesti e qualsiasi mutamento sarà assoggettato a presentazione di una nuova SCIA, pertanto chi prosegue l’attività senza previa presentazione di tali documenti esercita abusivamente l’attività.
Requisiti necessari per l’apertura di un’autoscuola sono l’onorabilità e la professionalità. Col primo si intende l’aver compiuto ventuno anni e risultare di buona condotta, essere in possesso di adeguata capacità finanziaria e non essere delinquenti abituali, professionali o per tendenza; riguardo il secondo requisito, bisogna aver conseguito il diploma di istruzione di secondo grado e di abilitazione quale insegnante di teoria o istruttore di guida. È necessario inoltre rispettare alcune caratteristiche per l’agibilità dei locali quali un’aula di almeno 25mq di superficie, un ufficio di segreteria di almeno 10mq di superficie con ingresso autonomo, servizi igienici, e ovviamente quello che serve per poter impartire le lezioni, quali cattedra, lavagna e posti a sedere insieme ai cartelli con le segnalazioni stradali (segnaletica verticale, orizzontale, luminosa), un quadro elettrico con impianti di illuminazione degli autoveicoli e motoveicoli, e pannelli e tavole grafiche.
Inoltre gli insegnanti sono autorizzati dalle province, che provvedono a verificare tutti i requisiti per poter avviare l’attività (patente di guida, certificato di idoneità tecnica rilasciato dalla Direzione generale della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione). L’autoscuola o il centro di istruzione prevedono uno o più insegnanti e qualora un’autoscuola rimane sprovvista dell’unico insegnante, viene data la possibilità al titolate da parte dell’ufficio competente di poter provvedere attraverso un permesso, ad un supplente temporaneo già autorizzato per un periodo non superiore a sei mesi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.