Home > News > Assegni familiari 2017: quali sono i requisiti e gli importi?

Assegni familiari 2017: quali sono i requisiti e gli importi?

assegni familiari 2017

Gli assegni familiari sono un aiuto al reddito per tutte le famiglie che si trovano in difficoltà, in quanto numerose e con delle entrate massime stabilite da una tabella ministeriale. Essi spettano a tutti coloro che hanno un lavoro subordinato, parasubordinato o percepiscono un reddito da pensione, in relazione al numero dei componenti del nucleo e al reddito complessivo della famiglia.

L’importo degli assegni familiari

A livello dell’importo degli assegni, ogni anno l’INPS provvede ad aggiornare la tabella con i redditi ed il relativo importo spettante in base alla variazione dell’inflazione calcolata dall’ISTAT. La nuova tabella si applica dal 1 Luglio 2016 fino al 30 Giugno 2017. Nell’anno 2015 l’inflazione è stata negativa dello 0,1%, quindi una deflazione, che paradossalmente dovrebbe diminuire l’importo degli assegni. Tuttavia la normativa prevede che il valore non possa essere mai inferiore a zero e per questo motivo gli importi erogati saranno uguali a quelli del 2015.

La richiesta di rimborso degli arretrati

Nel caso in cui non si sia fatta domanda negli anni precedenti ma si aveva il diritto per poterlo fare, è possibile richiedere, tramite la dimostrazione del reddito degli anni precedenti, il rimborso degli arretrati fino a 5 anni. Ma come fare richiesta? Per tutti i lavoratori dipendenti privati, è necessario presentare la richiesta direttamente al proprio datore di lavoro, con il modulo denominato MOD. ANF/DIP SR16 in cui è possibile richiedere sia gli assegni per l’anno 2017, sia eventuali arretrati degli scorsi 5 anni

I lavoratori non dipendenti

Rientrano nei possibili fruitori di questo diritto anche coloro che ricevono un assegno di mobilità erogato direttamente dall’INPS, i pensionati che hanno svolto un lavoro dipendente, le colf e le badanti e tutti gli iscritti alla gestione separata che possono richiedere gli assegni, ovvero i CO.CO.CO. e CO.CO.PRO. Tutte queste categorie possono presentare il modulo MOD. ANF/DIP SR16 direttamente all’INPS.

Esempi di importi percepibili

In una famiglia con due genitori e con un figlio minore in cui non siano presenti figli inabili, per percepire gli assegni familiari devono possedere massimo 70 mila euro come reddito lordo familiare. In questa situazione tipo, con un reddito di meno di 15 mila euro, l’assegno è pari a 137,50 euro, in caso di fascia intermedia a 40 mila euro, si percepirà un assegno di 43 euro circa mensili, mentre in caso di fascia massima di 70 mila euro, l’importo mensile è inferiore ad 1 euro. Ovviamente gli importi variano se sono presenti più figli minorenni, se esiste un caso di disabilità nel nucleo familiare, se è presente un solo genitore etc.

Le tabelle sono molto articolate e per guardarle nel dettaglio, vi rimando al sito dell’INPS dove potete trovare quella più simile alla vostra situazione.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
Card
Carta RDC: come funziona?
Partita Iva nel 2017
Quanto costa aprire Partita Iva nel 2017?
inps
Inps commercianti e artigiani 2016: scadenze e importi
inps
Ddl Stabilità 2016: riduzione della contribuzione IVS

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.