Home > News > Aprire partita iva nel 2018

Aprire partita iva nel 2018

aprire partita iva nel 2018

Cos’è la Partita Iva

La partita iva (imposta sul valore aggiunto) è un codice identificativo che consente di identificare un’azienda o un libero professionista per tutto ciò che riguarda l’Ufficio delle Entrate e la contribuzione fiscale e previdenziale.

E’ composta da undici numeri, i primi sette dei quali sono identificativi della persona fisica o dell’azienda, gli altri tre sono relativi all’Agenzia delle Entrate, mentre l’ultimo consiste in un numero di controllo.

La partita iva è strettamente personale, non può essere ceduta e resta immutata per tutto il tempo nel quale l’attività resta aperta. Viene chiusa solo quando l’attività cessa e nel caso di ripresa del lavoro occorre aprirne una nuova. La partita iva servirà alla ditta o al professionista per pagare e ricevere fatture ma anche per versare i tributi e pagare le tasse.

Aprire una partita iva è il passo preliminare per l’inizio di qualsiasi attività autonoma.

Chi deve aprire la Partita Iva

La partita iva deve essere obbligatoriamente aperta da ogni tipo di azienda, indipendentemente dalla sua ragione sociale. Inoltre, devono aprire la partita iva anche tutti coloro che sono lavoratori autonomi e che, quindi, non hanno un impiego da dipendente ma sono imprenditori di se stessi.

Gli unici lavoratori autonomi che non hanno obbligo di aprire la partita iva sono quelli con un guadagno annuo inferiore ai 5mila euro. In questo caso, infatti, il fatturato realizzato non identifica i lavoratori come imprenditori e, di conseguenza, sono sollevati da questo obbligo.

Come aprire la Partita Iva

E’ possibile aprire una partita iva anche non in prima persona, poiché è un’operazione che può essere materialmente eseguita da un delegato fornito di delega scritta e da un avvocato, oppure un commercialista. Possono aprirla anche i legali rappresentanti della ditta.

Per aprire una partita iva occorre recarsi presso l’ufficio iva oppure presso i competenti uffici dell’Agenzia delle Entrate. I documenti che occorrono per aprirla sono quelli propri di identità (documenti personali e codice fiscale) e va compilato un modulo che varia in base alla tipologia di partita iva che si apre, se intestata a una ditta individuale oppure ad una di persone.

Al momento dell’apertura della partita iva è richiesto anche il regime fiscale che si intende adottare. Le diverse tipologie sono legate al volume di fatturato presunto della ditta, per cui si potrà scegliere il regime agevolato oppure quello classico. E’ consigliabile consultarsi in via preventiva con un commercialista oppure un esperto del settore perché la decisione comporta anche costi differenti. Inoltre, va ricordato che è obbligatorio aprire la partita iva entro e non oltre i primi 30 giorni di attività dell’azienda o del professionista. 

Quanto costa aprire la Partita Iva nel 2018

I costi di apertura e tenuta della partita iva sono variabili in quanto dipendono da una serie di fattori differenti. Infatti, ogni partita iva è composta da una parte di costi fissi ed una di costi variabili.

Nei costi fissi rientrano i costi per il diritto camerale, i bolli e le competenze, i contributi versati all’Inail e quelli versati all’Inps. I costi variabili, invece, sono legati al fatturato e all’Erario ma anche all’eventuale possibilità di usufruire di agevolazioni fiscali che sono previste per l’apertura di nuove attività commerciali oppure legate a determinate caratteristiche come, ad esempio, accade con l’imprenditoria femminile oppure quella giovanile. E’ comunque consigliabile rivolgersi ad un esperto del settore per riuscire a ricevere le giuste indicazioni in materia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
partita iva a regime forfettario
“Punto di vista” su: apertura partita iva a regime forfettario
regime forfettario 2017
Regime forfettario 2017: requisiti, esclusione, agevolazioni e semplificazioni
live-escape-game-1155620_1280
Come aprire una escape room
forfettario
Forfettario 2015: cosa cambia nel 2016?

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.