Home > Società > Startup innovativa > 3 consigli per trovare il giusto investitore per la vostra startup

3 consigli per trovare il giusto investitore per la vostra startup

investimento

Terzo appuntamento dei una serie di articoli (trovate il primo QUI e il secondo QUI) dedicati a come trovare investitori e come convincerli a immettere capitali nella vostra startup.

Anche in questo articolo, traduzione di 3 Ways to Find the Right Investor for Your Business di Brian Sutter su Entrepreneur.com, troverete dei consigli su come individuare il giusto partner finanziario per la vostra startup.

 

C’è punto, lungo il percorso di ogni imprenditore verso il successo, dove la scelta è tra il far entrare capitali nella propria impresa o vederla fallire. Ma i capitali non sono tutti uguali, ci sono sottigliezze che tutti gli imprenditori devono conoscere. 

Ad esempio, è importante sapere che il giusto investmento può avere un impatto significativo sulla direzione verso la quale la vostra impresa può prendere. Un recente sondaggio tra i piccoli e medi imprenditori, una buona metà delle aziende analizzate con un numero di dipendenti dai 11 ai 50 dipendenti ciascuno, hanno messo il flusso di cassa tra le loro preoccupazioni principali. il ventun percento ha invece messo in cima una esigenza strettamente legata alla prima, ovvero l’accumulo di capitali o investimenti.

Sono queste le preoccupazioni dei piccoli imprenditori, non importa dove. Oggi l’accesso al capitale è più facile rispetto al passato, ma è sempre necessario che gli imprenditori scelgano la fonte di liquidità che più si addice alle loro esigenze

Anche un imprenditore miliardario come Richard Branson ha sottolineato che la dimensione del portafoglio dell’investitore “non è garanzia di un rapporto proficuo e duraturo” tra voi e lui.  Quindi, se vi affidate al partner finanziario sbagliato la vostra scelta, secondo Branson e secondo il buon senso, affievolirà l’entusiasmo per la vostra nuova attività, spegnendo il fuoco che si era acceso dentro di voi e che vi ha convinti a buttarvi in questo progetto.

Questo fuoco, ha detto Branson, è quello che “molto probabilmente rende la vostra impresa diversa da quelle concorrenti. Qui ci sono alcuni consigli per riaccendere quel fuoco e trovare i giunsti investitori.

  1. Cercate di capire quali opzioni di investimento avete.

La Small Business Administration Venture Capital Guide fornisce una panoramica dettagliata delle varie tipologie di investimento tra le quali potete scegliere.

Private equity (PE). Il Private Equity racchiude tutta quella serie di investimenti di natura soprattutto privata con lo scopo di acquisire una azienda, finanziare un progetto o fare un investimento privato.

Venture capital (VC).  Gli investimenti VC sono gestiti i modo diverso, e sono solitamente pensati per finanziare startup dall’alto potenziale di crescita. Oltre ai capitali, i VC solitamente forniscono alle startup anche la loro esperienza in fatto di business planning e assistenza.

Angel investing. Gli Angel sono solitamente degli individui con una notevole disponibilità economica che vogliono investire su startup per otternere in cambio alti ritorni economici a fronte di un investimento di entità inferiore rispetto ai VC.

Gli imprenditori che cercano finanziamenti, dovrebbero prendere in considerazione anche i programmi di venture capital pubblici come ad esempio i programmi Start&Smart e Venture di Invitalia, per il quale sono stati stanziati 50 milioni (anche se in questo caso il fondo si comporterà come fondo privato).

Come scegliere tra seed investors, angel e VC? In un post sul questo blog abbiamo fatto un po’ di chiarezza: “se avete bisogno di una piccola quantità di denaro per andare avanti, ciò di cui hai bisogno è un seed investment. Un seed investor immette in una società che sta muovendo i suoi primi passi una piccola quantità di denaro, sperando di ottenerne una piccola quota prima che questa raggiunga il successo.

YCombinator è il perfetto esempio di seed investor. L’articolo continua così: “se avete bisogno di un investimento un po’  più sostanzioso, state cercando un Angel. Gli Angel sono solitamente persone d’affari in pensione che continuano a tenere d’occhio il mercato in cerca di opportunità di investimento. Infine, per gli investimenti pià alti bisogna rivolgersi ai Venture Capitalists.

 

Capite cosa volete ottenere dagli investitori.

Quanto volete che i vostri investiori siano coinvolti?

Bo Yaghmaie, partner dello studio legale Cooley LLP,  ha scritto in un articolo per Entrepeneur che trovate tradotto su questo blog che quando parlate con i potenziali investutori “dovrete fare domande sui loro investimenti più recenti, quello che gereralmente offrono alle aziende, ciò che si aspettano dai CEO e quanto vogliono essere coinvolti”. Tutte queste domande possono aiutarvi a capire se una partnership con lui sia la scelta migliore.

Altri fattori che dovete considerare sono: il loro settore di riferimento, a che stadio dell’impresa loro solitamente investono e la loro reputazione.

 

Limate il vostro Elevator Pitch per trovare l’investitore giusto per voi.

Prendetevi il tempo necessario per capire cosa volete dire. Come comunicherete la vostra mission per attrarre qualcuno che abbia la vostra stessa vision? Yaghmaie dà alcuni consigli in un altro articolo (anche questo tradotto su questo blog) Yanghmaie dice: “la risposta rapida è: inizia con un una bella presentazione. La presentazione è probabilmente il documento più importante che redigerete in tutta la storia della vostra impresa. È l’amo a cui abboccherà l’investitore, che attirerete stimolando la sua immaginazione e l’attenzione.

Parlate di come il vostro prodotto risolve un problema. La SBA consiglia di preparare un pitch su misura dell’investitore al quale lo presenterete.

Infine, abbiate chiaro in mente il business plan, assicurandovi di includere ricerche di mercato e piani finanziari realistici per supportare le vostre previsioni. “Assicuratevi di comunicare in modo efficace i punti salienti del vostro piano, in particolare come genererete profitto e come questo ingrosserà il portafiglio dei vostri investitori.

Quando dovete accumulare capitale, avrete la tentazione di accettare qualsiasi cosa vi si offra. Questo tipo di atteggiamento è controproducente, come dice David Cohen, Angel Investor e co-founder dell’acceleratore TechStars. Nel suo libro Do More Faster, Cohen spiega perché il rapporto tra investitore e imprenditore è cruciale. Come ogni rapporto, scrive Cohen, la persona sbagliata può indirizzarvi verso la strada sbagliata, mentre la persona giusta vi porterà dove dovete andare più velocemente, in modo più efficiente e come parte della vostra squadra.

Image Credit: Shutterstock

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments

comments

logo_1681f3ba624aa69494f83d45086b4904_2x
You may also like
start-up innovative
Nuovo contest per le startup italiane: al via Start&Pulse
startupwired
Digital Startup Contest, c’è tempo fino al 31 dicembre per candidarsi
startup innovativa quali vantaggi
Startup innovativa: i vantaggi per gli imprenditori e come costituirla online
startupwired
Bando Impact Growth: 150 mila euro per le startup

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.