Home > News > Credito di imposta R&S: come funziona?

Credito di imposta R&S: come funziona?

credito di imposta r&s

Cos’è il credito di imposta

Al fine di sostenere e stimolare le spese in Ricerca & Sviluppo (d’ora in poi, per brevità, R&S), finalizzate a innovare processi e prodotti, e permettere alle imprese di giungere in un nuovo e più sviluppato stato di competitività, il legislatore fiscale riconosce un credito di imposta di particolare rilievo. Cerchiamo di capire dunque quali sono i suoi vantaggi, chi può beneficiarne e come richiederlo.

I vantaggi del credito di imposta R&S

Il legislatore riconosce un credito di imposta nella misura del 50%, sulle spese incrementali in R&S rispetto alla base di confronto triennale precedente. Per quanto concerne il novero delle spese ammesse ad agevolazione, per tali si intendono tutte quelle che sono relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

Di qui, la possibilità di poter ottenere un’agevolazione – a titolo di esempio non esaustivo – sui costi di assunzione del personale qualificato e tecnico, i contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, startup e PMI innovative, e ancora le quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali.

Si tenga altresì in considerazione che il beneficio è attualmente cumulabile con il superammortamento e l’iperammortamento, con la nuova Sabatini (di cui abbiamo parlato in un recente approfondimento), con il c.d. Patent Box, con gli incentivi alla patrimonializzazione delle imprese, con quelli per gli investimenti in startup e PMI innovative e, infine, per il Fondo centrale di garanzia.

Chi può beneficiare del credito di imposta R&S

Possono beneficiare del riconoscimento del credito di imposta R&S i soggetti che risultano essere titolari di reddito di impresa, indipendentemente da natura giuridica, dimensione delle attività e settore economico. Il beneficio è inteso in favore di imprese italiane o residenti all’estero, a patto che abbiano una stabile organizzazione sul territorio italiano.

Come ottenere il credito di imposta R&S

Ottenere il credito di imposta R&S è molto semplice: la sua fruizione è infatti automatica, indicando in fase di redazione del bilancio d’esercizio le spese sostenute nella dichairazione dei redditi, nel quadro RU del modello Unico. Intuibilmente, rimane l’obbligo documentare la spesa con idonee certificazioni contabili.

 

Roberto Rais

Comments

comments

Leave a Reply