Home > News > La cessione quote della SRL eseguita con il commercialista

La cessione quote della SRL eseguita con il commercialista

Cessione Quote delle SRL con il Commercialista

La legge italiana prevede la possibilità di effettuare la cessione quote relative ad una Società a responsabilità limitata, senza che ci si debba rivolgere al notaio, affidandosi, invece, ad un Commercialista abilitato.

Infatti, la normativa vigente prevede due casi essenziali di cessione delle quote: mediante un atto di scrittura privata o mediante un atto pubblico, che deve essere concluso (e autenticato nel caso della scrittura privata) davanti al notaio; mediante documento informatico concluso con l’ausilio del commercialista.

Quest’ultima procedura è stata introdotta nella normativa fiscale italiana dal D.L. n. 112 del 2008, il cui art. 36. Questo prevede, appunto, la cessione delle quote della S.r.l. attraverso la compilazione di un documento informatico, che deve essere firmato digitalmente e, una volta completo, deve essere depositato nell’Ufficio del Registro delle Imprese (differente a seconda della circoscrizione in cui rientra la sede della S.r.l.) entro un limite massimo di 30 giorni da parte del dottore commercialista iscritto all’albo.

Naturalmente per poter godere di questa modalità e per evitare l’intervento del notaio nell’atto di cessione quote della S.r.l. sono richiesti due requisiti da dover rispettare. Il primo è che le parti chiamate in causa devono essere in grado di poter firmare digitalmente il documento informatico. Verranno accettate solamente le firme digitali che sono state rilasciate da certificatori cosiddetti accreditati. Il secondo è che ci si serva di una figura intermediaria abilitata, indispensabile e necessaria in mancanza del notaio, ossia la figura del commercialista.

Grazie a questa introduzione legislativa, sono sempre più i dottori commercialisti abilitati che dedicano aree informative e che effettuano comunicazioni specifiche nei confronti dei propri clienti (diretti e potenziali) per informarli di questa particolare modalità relativa alla cessione delle quote di una Società a responsabilità limitata. E sempre più clienti accettano di eseguire questo atto presso il proprio dottore commercialista.

Infatti, oltre che una tempistica inferiore a quella del notaio, relativa solamente al fatto che l’agenda di un commercialista, generalmente, è sempre meno colma di appuntamenti rispetto a quella del notaio, vi sono anche dei vantaggi economici. Il tempo richiesto per la cessione è quindi relativo all’accertamento delle identità delle parti coinvolte nell’atto di cessione delle quote e alla compilazione del documento informatico, oltreché quello richiesto per il deposito dell’atto stesso nell’Ufficio del Registro delle Imprese (anche se l’atto avrà comunque effetto, anche se temporaneo, dalla data della firma digitale). Per le parti in causa, però, non è da sottovalutare il notevole risparmio relativo alla mancata autenticazione da parte del notaio, la cui parcella è generalmente superiore a quella di un dottore commercialista per questo tipi di atti.

Comments

comments

You may also like
srl
Differenze tra SRL ed SRL semplificata
adempimenti startup
Adempimenti startup innovative: il mantenimento dei requisiti
scadenze 30 settembre
Tasse e Imprese: le scadenze del 30 settembre
srl
Costi srl: costituzione, gestione, imposte, commercialista

Leave a Reply