Home > Punto di vista > Punto di vista su: aprire una attività commerciale mantenendo il contratto di lavoro

Punto di vista su: aprire una attività commerciale mantenendo il contratto di lavoro

aprire una attività commerciale mantenendo il contratto

Punto di vista di maggio: aprire una attività commerciale mantenendo il contratto

Eccoci ad un nuovo appuntamento con “Punto di vista”, la rubrica mensile che ha come protagonista una vostra domanda tecnica selezionata tra tutte quelle che ci avete inviato. Dopo l’argomento di aprile su come come aprire un bar, il tema di questo mese sarà aprire una attività mantenendo il proprio contratto di lavoro.

Come sempre, ricordiamo che si tratta del nostro punto di vista e, come tale, suscettibile di revisione, precisazione ed approfondimento, anche attraverso il dibattito e il confronto aperto.

Il quesito su: aprire una attività commerciale mantenendo il contratto

Buongiorno, mi chiamo XXX ho un contratto full time a tempo indeterminato. E’ mia intenzione aprire, con un amico, una friggitoria in località turistica. La mia attività principale rimarrebbe quella attuale e non presidierei con costanza il locale.

Premesso che non ho intenzione di rinunciare al mio contratto di lavoro, vorrei chiedervi:

  1. Quale formula mi suggerite?
  2. Posso figurare tra i due soci?
  3. Ho l’obbligo di informare la mia Azienda?

Grazie per il vostro cortese riscontro.

Il nostro Punto di vista su: aprire una attività commerciale mantenendo il contratto

Rispondiamo, in ordine, alle domande:

  1. Da come descritta, l’attività appare una classica società di capitali, per cui la formula più adatta sarebbe, a mio avviso, una SRL o, in alternativa, una SRL semplificata, dal momento che i soci sarebbero entrambi persone fisiche;
  2. Non vedo limitazioni di sorta nel figurare come socio di una SRL o SRLS. Unico ostacolo potrebbe essere dato dall’amministrazione della società per la quale lavora, che potrebbe comportare delle problematiche legate ad incompatibilità o a divieti espliciti. In tal senso, la invito a verificare con attenzione il suo contratto di lavoro;
  3. Potrebbe non essere necessario informare l’azienda, a maggior ragione se si è semplicemente soci di capitali di una SRL o SRLS e non si è dipendenti pubblici. Tiuttavia, sarebbe opportuno informare l’amministrazione del proprio datore di lavoro, sia per evitare problematiche insite al contratto di lavoro stipulato, sia per correttezza professionale.

Scriviteci a info@partitaiva.it e poneteci i vostri quesiti: i più interessanti verranno selezionati e diventeranno i prossimi temi di “Punto di vista”.

Comments

comments

You may also like
come aprire un bar
Punto di vista su: come aprire un bar
cessione di una srl
“Punto di vista” su: cessione di una Srl
punto di vista
“Punto di vista” su: apertura di una startup innovativa nell’ambito della pianificazione urbana e territoriale

Leave a Reply