Home > Individuale > Aprire partita iva per minimi e forfettario: nuovo modello AA9

Aprire partita iva per minimi e forfettario: nuovo modello AA9

agenzia-entrate

Per le partite IVA e contribuenti in Regime dei Minimi, anche in regime forfetario, arriva il nuovo modello AA9/12 . Approvato con provvedimento del 3 giugno 2015, e utilizzabile a partire dal 4 giugno 2015, il modello AA9/12 si adegua alle disposizioni che hanno prorogato a tutto il 2015 il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (“nuovi minimi”).

Fino al 30 settembre 2015 può essere utilizzato il modello AA9/11 qualora non sia necessario optare per i regimi fiscali agevolati (inoltre sono state approvate anche le istruzioni e le specifiche tecniche per la compilazione del modello AA7/10, da utilizzare per la domanda di attribuzione del numero di codice fiscale e dichiarazione di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini dell’imposta sul valore aggiunto dei soggetti diversi dalle persone fisiche).

Va ricordato infatti che la legge di stabilità per il 2015 (articolo 1, comma 54, legge 190/2014) ha introdotto un nuovo regime fiscale forfettario ed ha abrogato quello dei “nuovi minimi” ma il decreto milleproroghe (articolo 10, comma 12-undicies, Dl 192/2014) ha reso possibile mantenere il precedente regime fiscale per l’intero anno d’imposta del 2015.

E’ un modello da utilizzare per le dichiarazioni di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini dell’imposta sul valore aggiunto delle persone fisiche, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati.

Il provvedimento approva anche le tecniche cui dovranno attenersi coloro che presentano il modello  AA9/12 in via telematica all’Agenzia delle entrate, direttamente o tramite intermediari abilitati; le nuove istruzioni per la compilazione del modello AA7/10, che deve essere utilizzato dai soggetti diversi dalle persone fisiche per la domanda di attribuzione del codice fiscale e per le dichiarazioni di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini Iva; le specifiche tecniche (allegato D) per la dichiarazione di cessazione d’attività comunicata con modello “AA7/10”. Per l’inizio attività e la variazione di dati restano valide le specifiche tecniche approvate con provvedimento del 29 dicembre 2009 (allegato B).

I modelli sopracitati si possono comunque scaricare dal sito internet dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it e sul sito dell’Economia e delle Finanze www.finanze.gov.it.

Comments

comments

You may also like
aprire partita iva nel 2018
Aprire partita iva nel 2018
regime forfettario 2017
Regime forfettario 2017: requisiti, esclusione, agevolazioni e semplificazioni
live-escape-game-1155620_1280
Come aprire una escape room
forfettario
Forfettario 2015: cosa cambia nel 2016?

3 Responses

  1. salvo

    …questo per tutto il 2015… e dopo che succederà?
    mi sembra di capire che non è una situazione stabile e duratura o sbaglio?

    1. Rosario Emmi
      Rosario Emmi

      Il modello AA9/12 rimarrà, viene specificato che per il vecchio regime dei minimi si può ancora utilizzare il modello precedente AA9/11.
      Successivamente magari modificheranno il modello, purtroppo le vie dell’Agenzia delle Entrate sono infinite…

  2. Pingback : Architetti: aprire o non aprire la partita iva. - ProntoPRO | Journal

Leave a Reply