Home > Finanziamenti > 500mila euro per le startup dalla regione Piemonte

500mila euro per le startup dalla regione Piemonte

Startup-Funding

Il presidente delle attività produttive Raffaele Gallo annuncia che a settembre la Regione Piemonte bandirà 500 mila euro a fondo perduto per aiutare le startup che ne faranno richiesta a sviluppare il loro prodotto ed entrare nel mercato. In più, viene stanziato un milione di euro per innovare l’offerta turistica piemontese.

startup

L’abbiamo detto tante volte. Per una startup l’idea è solo la scintilla che accende il motore del progetto, ma per farlo andare avanti ci vuole il carburante ovvero, ci si faccia passare l’approccio pragmatico, i soldi che permettono di sviluppare il prodotto e metterlo sul mercato.

Proprio per questo motivo la Regione Piemonte ha annunciato la pubblicazione di un bando che a settembre metterà in palio 500 mila euro a fondo perduto per sostenere le startup innovative, per aiutarle ad affacciarsi sui mercati nazionale ed internazionale. Lo fa per bocca del presidente della commissione Attività produttive Raffaele Gallo: «È un fondo voluto proprio per sostenere le nuove realtà imprenditoriali innovative, considerate non soltanto un’opportunità di sviluppo, ma anche un settore fondamentale nel rilancio occupazionale ed economico».
Al momento non è stato annunciato nessun criterio di selezione, se non che le startup devono essere già presenti sul territorio regionale. Non si sa ancora nemmeno come saranno distribuiti i fondi stanziati. Gallo ha infatti annunciato solo che «le startup interessate potranno presentare domanda e saranno sostenute fino a esaurimento del fondo». La velocità nel rispondere al bando quindi giocherà un ruolo fondamentale.
Contemporaneamente, la Regione ha stanziato anche un milione di euro per promuovere, sviluppare e rivitalizzare gli itinerari turistici. Dice ancora Gallo: “La Regione, se da un lato deve svolgere un ruolo attivo promuovendo per le startup innovative la rete di procurement pubblico per stimolare nuova domanda, dall’altro deve valorizzare il patrimonio turistico-culturale esistente finanziando progetti di riqualificazione strutturale rurale e urbana. Sono le due facce della stessa medaglia: ricerca, tecnologia, innovazione e internazionalizzazione delle nuove realtà imprenditoriali per guardare al futuro; valorizzazione e sostegno delle potenzialità naturalistiche, culturali e storiche per conservare la tradizione dei nostri territori”.

L’occasione è indubbiamente interessante e la velocità nel coglierla sarà fondamentale. Continuate a seguirci, non appena verranno definiti i dettagli pubblicheremo un aggiornamento.

Comments

comments

You may also like
start-up innovative
Nuovo contest per le startup italiane: al via Start&Pulse
startupwired
Nuovo bando Sardegna per microincentivi all’innovazione
startupwired
Digital Startup Contest, c’è tempo fino al 31 dicembre per candidarsi
startup innovativa quali vantaggi
Startup innovativa: i vantaggi per gli imprenditori e come costituirla online